RICORDI

 

 

Come hai fatto a sopravvivere???

 

 

Se sei stato bambino durante gli anni ’70, ’80, (come me)
come hai fatto a sopravvivere???

 

 

 

Bambini, andavamo in auto senza cinture di sicurezza, nè airbags. Viaggiare seduti dietro era una passeggiata simpatica,
era un vero divertimento…
ce ne ricordiamo ancora!…
Le nostre culle erano pitturate con dei colori
brillanti a base di piombo!
non esistevano i tappi di sicurezza
sulle bottiglie di medicinali
nè sui cassetti nè sulle porte…

 

 

 

Quando partivamo in bicicletta,
non avevamo nè casco,
nè protezioni per i gomiti o per le ginocchia.

 

 

 

Si beveva l’acqua dal rubinetto del giardino
o dove la trovavamo, fino a non avere più sete.
Non esistevano le bottiglie di acqua minerale.

 

 

Si usciva a giorcare alla sola condizione
di rientrare per pranzo o cena, o al calar della sera

 

 

 

Si andava a scuola solo il mattino e
si rientrava a casa per pranzo.
Non avevamo cellulari…
così nessuno poteva sapere dove eravamo!!!

!!!IMPENSABILE!!!

Ci tagliavamo, ci rompevamo le ossa,
perdevamo dei denti, ma non ci sono mai state denunce
per questi incidenti, nessuno era colpevole
a parte noi stessi.

 

 

Mangiavamo di tutto: biscotti, pane, cioccolata,
gelati, bibite zuccherate…
Ma non avevamo problemi di peso,
visto che passavamo la giornata a correre o a giocare.

 

 

Si divideva una coca o una gazzosa in quattro (quando si poteva comprarla, ed era la bottiglia in vetro da un litro). Si beveva tutti dalla stessa bottiglia e nessuno e morto per questo.


Non avevamo Play Stations, mp3, nintendo,
xboxs, videogiochi, 99 canali, tv via cavo,
masterizzatori, cinema, suoni "surround", internet, ecc…
Avevamo invece: VERI AMICI!!!

La’ fuori, in questo mondo crudele!

 

 

 

Si giocava alle biglie, a nascondino, ad acchiappino, ai ladri e poliziotti, a calcio, e nella squadra che si formava per giocare, se qualcuno non era scelto non è mai stato un dramma.

Certi non erano bravi a scuola e dovevano semplicemente

rifare l’anno se erano bocciati nessuno andava

dallo psicologo, nè dal pedagogo. Si rifaceva

l’anno e ci era data una seconda possibilità.

Avevamo la libertà dei successi e degli insuccessi.

Delle responsabilità.

E abbiamo imparato a gestirli.

Sei di questa generazione se lo sei,
prendi un minuto per riflettere. Forse per un pò
dimenticherai la vita agitata che vivi e
ridiventerai il bambino di una volta
certi di sicuro diranno:

"cos’era tutto questo!"

Ma…

Quanto eravamo felici con così poco…!!! 

 

bimbi27im8[4] 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Intrattenimento. Contrassegna il permalink.

Una risposta a RICORDI

  1. Stephan ha detto:

    Eccomi……..fatto tutto….e tutto vero ciò ke hai scritto ….e sai una cosa ??? ho una tremenda nostalgia di quei tempi…..che non torneranno mai più😦 bellissima la giovinezza e la spensieratezza ……tempi cambiati ?? ma so ognuno ha la sua era ed è anke giusto così🙂
     
    splendida serata ciao ciaooooo
     
    Cmq una cosa devo dirla…..noi avevamo la tendenza ad esser più indipèendenti insomma non ci adagiavamo e la tendenza a stare tutti onsieme quello si è un pò perso al giorno d\’oggi ……ciao ciaooo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...