Vorrei che la vita

 
 
È al calar della sera
vorrei che la vita
nel buio non fuggisse
così velocemente
ma che sereno fiume
scorresse dolcemente
gioioso al mare.
Poiché in quell’infinito
che brulica d’amore
il cielo ha poco peso
e la felicità è un caso.
Respira incosciente
la luce che rimane
la mia confusa mente
e abbraccio spore
semi di vita nuova.
Germogli di Gigli
immacolati e puri
e mille altri colori
spalmati su prati
pieni di profumati fiori.
La notte, materna
stesa la sua coperta
accende una lanterna
e ci promette fiabe.
Ma, spaventati indugiamo
avanti a quel frettoloso sonno
che con l’inganno attardiamo.
Mentre sul comodino, il lume
conforta, le poche rime scritte
da, una sempre più vecchia mano.

Aurelio Albanese

 
 
 
 
 
 
 
Questa voce è stata pubblicata in Poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Vorrei che la vita

  1. nenè ha detto:

    le parole che toccano il cuore e regalano attimi e pensieri, ti abbraccio nell\’infinito mondo virtuale dove le parole sono abbracci e carezze, ciao nenè

  2. Elda ha detto:

    bella davvero, ho i brividi addosso….. un saluto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...